Le Ragioni di Eustachio

Schermata-2017-04-17-alle-09.16.06

Oggi la musica è presente in ogni contesto quotidiano: dalle musichette di attesa al telefono a quelle delle in-house radio dei supermercati, e poi in metrò, nei bar, nelle sale di attesa. La “musica di sottofondo” tende così a diventare rumore di fondo.
Paradossalmente, le infinite possibilità fornite dalla tecnologia possono creare un’inversione nel rapporto tra l’utente e la musica: se prima la si cercava, ora è la musica a trovarci, rendendoci passivi all’ascolto, quasi indifferenti.
Perchè allora non rimettere in gioco la musica riprendendo la consapevolezza dell’ascolto? Scavalcare cuffiette e sottofondi commerciali non con un’operazione nostalgica, ma di recupero e riscoperta dell’ascolto nel luogo in cui la musica nasce: lo studio di registrazione.
Con Le Ragioni di Eustachio le porte dello Studio Ritmo&Blu si aprono ai non addetti ai lavori: dieci persone, dieci canzoni, ognuna scelta da un partecipante, ognuno all'oscuro della scelta altrui. Dieci persone che condivideranno un’esperienza sonora, unite dalla curiosità e dal divertimento, dalla scoperta e dal confronto.
Lo studio è posto a ridosso di Desenzano, a poco più di un'ora da Milano e a mezz'ora da Brescia, nascosto in una cascina in sassi tra i vigneti del Lugana, al termine di 800 metri di stradine sterrate tra i campi.
Una serata diversa in una piccola comunità, dove Stefano Castagna (fonico e produttore musicale al Ritmo&Blu) introdurrà all’ascolto tra i racconti, le impressioni, e le domande di ognuno di voi.